A Mynah Problem

Trama e analisi

A Mynah Problem
Title card di A Mynah Problem

Nella serie I Misteri Di Silvestro E Titti (The Sylvester And Tweety Mysteries in originale) Nonna ha messo in piedi un'agenzia investigativa che conduce assieme ai suoi animaletti domestici Titti, Silvestro e Ettore il bulldog. In ogni puntata c'è un mistero da risolvere e, in ogni puntata, Silvestro tenta di mangarsi Titti e Ettore, la «guardia del corpo» dello sgorbietto giallo, gliele suona di santa ragione.

In questo episodio, di cui non conosco il titolo italiano, Nonna viene chiamata dal guardiano dello zoo di Auckland, in Nuova Zelanda, per risolvere il mistero della sparizione del merlo indiano dalla sua gabbia. Silvestro apprende su un libro che i merli indiani sono prelibati e facili da catturare, quindi depista la Nonna inserendo un opuscolo e un paio di biglietti nella gabbia vuota; che il docile uccello sia andato in giro ad ammirare le amenità della Nuova Zelanda? Immantinente, Nonna, Titti, Ettore e un fantoccio di Silvestro partono all'inseguimento delle apparenti tracce del merlo indiano, mentre il vero Silvestro rimane nello zoo, ove il merlo è rimasto tutto il tempo, con lo scopo di assaporarne le prelibate carni. Va da sé che ogni tentativo di cattura andrà a rotoli e che fortuitamente, come al solito del resto, Nonna riuscirà a risolvere il caso ritrovando il pennuto proprio nell'istante in cui Silvestro, dopo averlo acciuffato, sta per mangiarselo.

Era dal 1950, anno di uscita di Caveman Inki, che Minah Bird non vestiva il ruolo di protagonista di un corto animato e il motivo è, intuitivamente, la scarsa flessibilità del personaggio che, anche in questo caso, è chiamato a fare ciò che gli riesce meglio: camminare zompettando qua e là, sparire e ricomparire dove vuole e sfuggire a qualsiasi tentativo di cattura. C'è però una novità da segnalare: Silvestro effettivamente dopo una serie di disastrosi tentativi, riesce ad acchiappare il pennuto, però proprio in quell'istante Nonna ricompare sulla scena e glielo strappa di mano riconsegnandolo al guardiano dello zoo. Ovviamente, conoscendo il personaggio, essersi fatto prendere proprio nell'istante in cui la Nonna era lì presente è una eventualità del tutto calcolata, altrimenti avrebbe semplicemente continuato a farsi rincorrere dal povero gatto.

Facezie a parte, l'episodio è carino, benché aggiunga pochissimo a quanto la serie originale già aveva fatto, però tende a sottolineare le particolarità del personaggio di Minah Bird e lo inserisce in un contesto molto più credibile della preistoria, ad esempio, o di un circo. Accoppiarlo con Silvestro devia dalla solita battaglia tra questo e Titti e, francamente, è anche più divertente vedere Silvestro fallire mentre cerca di acchiappare Minah Bird di quando succede la stessa cosa col canarino giallo; si respira un clima di giustizia, diciamo, e infatti, mentre Minah Bird riesce a rivaleggiare con le sue sole forze, Titti sfugge a Silvestro perché il più delle volte gli si volge a favore un evento esterno (la Nonna o Ettore o altro ancora) il che lo rende, diciamocelo, particolarmente irritante. Ad ogni modo, vivaddio, in questo episodio Nonna, Titti ed Ettore ricoprono un ruolo marginale e ciò non può che rappresentare un valore aggiunto.

Crediti

Prodotto da Warner Bros. Television Animation
Regia di Charles Visser
Sceneggiatura di John Behnke, Rob Humphrey, Jim Peterson
Serie I Misteri Di Silvestro E Titti
Pubblicato il 30 gennaio 1999
Durata 9:27

Immagini

  • 1
  • 2